PRIMO WEEK-END DEL MESE

Passeggiate sui monti per scoprire e fotografare la vegetazione e la fauna tipica degli Appennini

Le camminate che si possono fare sono veramente infinite, si scelgono in base ai propri interessi naturalistici e in base alle difficoltà dei percorsi e -da non sottovalutare – alla lunghezza del percorso stesso. Se si è allenati si va lontano; se lo si è meno si organizza e si studia un percorso su misura.

La vegetazione è straordinaria e varia con il mutare delle stagioni, ma offre comunque sempre spunti di riflessione e immagini da cogliere con l’obiettivo per farci rivivere nel tempo emozioni incredibili.

L’avventura è assicurata e comincia con il primo passo… Ciò che succede durante il viaggio è tutto da scoprire e difficile da prevedere, perché quando cammini in un bosco ricco di vegetazione spontanea o in prati senza confini non sai mai cosa scoprirai.

Ricordati soltanto di portarti, con gli scarponi e l’attrezzatura per camminare, per bere, per coprirti e ripararti dal vento o dalla pioggia, uno smartphone o una buona macchina fotografica o una cinepresa per riprendere ciò che ti sorprenderà. Potrà essere un capriolo, una famiglia di cinghiali, farfalle, rapaci… o semplicemente orchidee selvatiche.